Storia

"Venite, ascoltate e vi racconterò, a voi tutti che temete Dio, quanto Egli ha fatto per l'anima mia"! La mia storia è la storia di un prete qualunque, sussurrata a saracinesche abbassate. ....

L'8 settembre 1943 il tenente Paolo Chiavacci scioglie "la sua sezione" (come lui la chiama): è in Francia e consiglia ai suoi Alpini di non arrendersi ai tedeschi ma di ritornare alle loro case. Lui si nasconde prima in un castello a Parigi dove trova un Crocefisso di avorio, il 7 ottobre arriva a Crespano, si nasconde nelle casere del Grappa non solo per non essere fatto prigioniero dai tedeschi e quindi mandato in un campo di concentramento in Germania , ma soprattutto perché stava riflettendo sull'orientamento da dare alla sua vita.

Ciò che fece riflettere Paolo lo racconta nei suoi diari " maciullato da una granata, ai piedi di una roccia, con nel corpo ancor vivo l'ultimo spasimo della istantanea morte, stava un Greco e presso di lui, a soli due passi ancora aperto un libretto, tutto intriso del suo sangue con il titolo " sulla vanità"....Al momento non ci feci caso...ci ripensai poi..." e scrive ancora "E lassù ho imparato ad amare..."

Eventi Astronomici

Dom 05 Dic 2021 - 1a Domenica in Planetario
Ven 10 Dic 2021 - Venerdì in Osservatorio

Eventi Naturalistici

Dom 12 Dic 2021 - 18:00 IL PRESEPIO NEL PRATO DI SCHIBA

Appuntamenti Spiritualità

Nessun evento

Cookies Accettati

Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser Per saperne di piu'

Approvo

dettagli su Privacy Policy

Joomla Templates by Joomla51.com